Benvenuti (ma anche no!)

Pfffft! le solite due righe per dire quanto si è felici che qualcuno (tu) sia approdato/a su queste pagine, su quanto sbattimento (?) la realizzazione del tutto abbia richiesto agli autori, sul fatto che si spera che possa essere di qualche aiuto, che vogliamo tanti feedback, la pace nel mondo e la fine di tutte le malattie presenti passate e future.

…. no, seriamente, davvero esiste qualcuno ( a parte te ) che legge i post di benvenuto?

Differenza tra SAVE, BUILD e PUBLISH in Sansar

La differenza è sostanziale, ma per spiegarla può essere utile un’analogia con la realizzazione di un programma in un linguaggio compilato.

Così come è necessario salvare il nostro sorgente dopo averlo modificato così è necessario salvare la nostra experience una volta modificata, in caso contrario appena terminata la sessione di edit tutte le nostre modifiche saranno perdute e dimenticate senza appello. Dato che spesso una sessione di edit può richiedere anche un’ora o due la vecchia abitudine di salvare di tanto in tanto è valida in questo caso come quando scriviamo un software in C.

Attenzione, non è possibile recuperare le versioni precedenti al nostro ultimo salvataggio.

Il passo successivo è il BUILD, che nella nostra analogia corrisponde alla compilazione del sorgente, infatti salvare il sorgente non ha effetti sull’eseguibile del programma su cui stiamo lavorando. Con Sansar è la stessa cosa, anche se abbiamo salvato le nostre modifiche durante la sessione di edit, un utente (o noi stessi) che visita la nostra experience la vedrà esattamente come era prima, ovvero priva delle nostre recenti modifiche. Le modifiche non sono andate perdute, se sono state salvate sono al sicuro, solo che non sono ancora state ‘applicate’ all’esperienza visitabile.

Build ci permette cioè di compilare l’esperienza attualmente salvata durante l’edit, rendendola disponibile all’esplorazione di chi viene a visitarla, attenzione perchè una volta eseguito il Build non è possibile recuperare una build precedente (nè sono previsti sistemi di backup).

L’ultimo step riguarda la pubblicazione, ovvero portare la nostra experience nell’Atlas, questo non è un passaggio obbligato, noi saremo sempre in grado di accedere alle nostre experiences, così come lo potranno fare tutti coloro a cui abbiamo passato l’url della stessa, solo non sarà pubblicata e quindi non raggiungibile dai visitatori casuali. Pubblicare un’esperienza è abbastanza facile e immediato è però necessario rispettare alcune linee guida fornite dalla LL pena la rimozione dall’Atlas (non ci faranno multe nè intraprenderanno operazioni contro di noi), queste indicazioni  sono piuttosto semplici, ad esempio non possiamo pubblicare un’esperienza vuota, dobbiamo per fornire un’immagine che possa essere mostrata nell’Atlas e via dicendo.

La pubblicazione, infine, è un atto reversibile, ovvero possiamo decidere di rimuoverla e reinserirla tutte le volte che vogliamo, cosa particolarmente utile quando voglliamo fare dei test con un limitato numero di utenti scelti prima di darla in pasto al pubblico.

Sansar Doppio contest – Oculus Rift in palio

LL ha indetto due nuovi contest per Sansar:


Sansar Build Challenge – Sansar’s Scariest
Che consiste nella realizzazione di un’experience a tema ‘paura’ in Sansar (halloween in USA è alle porte).

La deadline è posta alle 5:00 pm (PDT) del 15 Ottobre 2017
Al vincitore un set Oculus Rift + Touch controllers e una sottoscrizione annuale come Super Creator.


Sansar’s Best Avatar Props
Che consiste nella realizzazione di un attachment indossabile dagli avatar in Sansar.
Questo contest si suddivide in 4 categorie:
– Most Innovative
– Best Halloween Costume
– Funniest
– Most Fashionable

La deadline è posta alle  5:00 pm (PDT) del 1 Ottobre 2017.
Al vincitore di ogni singola categoria un set Oculus Rift + Touch controllers e una sottoscrizione annuale come Super Creator.


In entrambi i contest per partecipare è sufficiente aver compiuto 18 anni ed avere un account in Sansar.

Maggiori informazioni…qui per il primo contest e qui per il secondo contest.

Editor esterni: Notepad++

Notepadd++ è un source code editor (editor di codice sorgente) free (con licenza GPL), ma disponibile solo per piattaforme windows.
E’ molto diffuso tra i programmatori amatoriali e semi-professionali principalmente in quanto totalmente gratuito, regolarmente aggiornato e perché offre tutta una serie di funzionalità avanzate tipiche degli editor moderni (come ad esempio l’auto-completamento, l’evidenziazione della sintassi, lo split del codice in più finestre). Continue reading